lunedì 11 aprile 2016

Evoluzioni!

Uff....vado molto di corsa. Dove eravamo rimasti? Ah sì...che ero in pensione. Penso di non dire una novità, se dico che lavoro più di prima vero? Certo adesso occupo il mio tempo. E lo faccio con grande piacere...tra scuola di bridge ( c'è da studiare tantissimo)  e primi tornei, orto, casa ( ci sono cose, come la pittura del soggiorno e la riga sulle scale che avevo rinviato- mi piace tantissimo com'è venuto), e poi ginnastica...chi se lo poteva permettere prima?   Ma ora c'è in ballo un'altra cosa e un altro impegno, molto più gravoso e anche se piacevole...stancante. La candidatura al Comune di Latina, che il mio amico, candidato a sindaco della città, Enrico Forte, vuole a tutti i costi. Poichè lo stimo molto, lo conosco da sempre praticamente e siamo amici di famiglia, ho accettato di stare in questo bailamme. Ci devi stare, mi ha detto, con la tua faccia e la tua storia. Evvabbè. E allora eccomi.





Eccomi anche a scrivere cose nuove.............Leggete e ditemi se vi piace-

"Aspettavo l’investitura ufficiale per dire che si…sono in corsa. Ci ho pensato tanto, ma alla fine dopo aver  accettato la dura sfida, la mia candidatura alle comunali di Latina è entrata da ieri
nel vivo.
Molti amici mi hanno detto che questa era la conseguenza naturale della mia crescita e formazione personale. Loro già sapevano che sarebbe finita così. Prima di me.
Che io sia una guerriera non c’è dubbio. Sempre in prima fila a esigere i naturali diritti e sempre in prima fila a reclamarli e pretenderli....
" continua a leggere qui http://www.glistatigenerali.com/enti-locali_p-a/speranza-nel-cambiamento-prima-puntata-diario-di-una-candidata/

lunedì 18 gennaio 2016

A proposito dei fatti di Colonia

Ho pubblicato su GLI STATI GENERALI un pezzo sui fatti di Colonia. Ho voluto ripercorrere, partendo da un famoso processo che si è tenuto qui a Latina, a cui ho partecipato anche io, le  conquiste delle donne. Conquiste a cui non vorremmo rinunciare....per nulla al mondo.






http://www.glistatigenerali.com/costumi-sociali_questioni-di-genere/violenza-alle-donne-indietro-non-si-torna/

lunedì 28 dicembre 2015

Si cambia

Il blog è un appuntamento da prendere a piccoli sorsi. Si va bene, manco da parecchio. Cercherò però di essere più presente. Prometto. Come mai? Qualcosa è cambiato? vi starete chiedendo voi. Sì. Ecco il mio post, di qualche mese fa, che ho pubblicato su Gli Stati Generali, giornale on line molto interessante e diretto da Jacopo Tondelli, un giornalista che stimo moltissimo.
Il pezzo che è stato pubblicato il 1° di agosto,  mio primo giorno di pensione lo dedico a tutti i miei amici che sono andati in pensione, che stanno per andare o che ....desiderano andarci!



Gratitudine, nostalgia, futuro: vi racconto il mio primo giorno di pensione


 Oggi è un giorno diverso. Un giorno in cui la vita cambia per sempre. Un giorno in cui ti chiedi se ce la farai ad affrontare una nuova realtà e un nuovo equilibrio. Il “meritato” riposo è arrivato e tu ti ritrovi a far parte di una categoria nuova. Su, usa quella parola  e dillo che sei in pensione.  La parola pensione non mi piace perchè fa pensare a un repentino voltare pagina,  a una vita poco produttiva e per quello che mi riguarda anche ad archiviare un periodo fatto di  tante soddisfazioni e con ritmi molto impegnativi. Un tran tran quotidiano davvero intenso... ( per leggere tutto cliccate qui) http://www.glistatigenerali.com/costumi-sociali/gratitudine-nostalgia-futuro-vi-racconto-il-mio-primo-giorno-di-pensione/

venerdì 8 agosto 2014

Lo zafferano: non solo ricerca, ma anche coltura fai da te.

Dello zafferano, delle sue qualità e dei benefici per il nostro organismo se ne è occupato addirittura uno studio pubblicato nell'utlimo numero della prestigiosa rivista scientifica Pnas
 Era da tempo che ne volevo parlare, anche perché è da tempo che voglio riprovare a coltivare in casa uno degli ingredienti più costosi della nostra tavola e questo è proprio il periodo giusto.

continua a leggere il pezzo sul Fatto Quotidiano http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/08/orto-sul-terrazzo-lo-zafferano-tra-provette-e-vasi/1084774/


                                                                            Ciao
                                                                      Mariassunta

martedì 8 luglio 2014

Vi sono mancata? Ma se avete un terrazzo....

E' da tanto che non scrivo qui, ma non me ne sono stata certo con le mani in mano. Da tre anni ho un blog su LINKIESTA ( A piedi nudi) e da un anno circa anche sul Fatto Quotidiano.

Da pochi mesi poi sono stata nominata caporedattore di Researchitaly, il portale sulla ricerca italiana del Miur, che è il Ministero dove io lavoro. Il link è questo https://www.researchitaly.it/conoscere/.
Quindi ho il mio da fare. E ho trascurato per un bel pò questo mio diario, tanto che ho ricevuto anche delle mail che mi chiedevano di riprendere a scrivere qui.

Grazie per avermi sollecitato. Ho deciso di non accantonare questo mio spazio personale e di riprenderlo in mano. Oggi l'ho riaperto per puro caso dal momento che dovevo inviare dei link a due amiche e devo dire che ne ho avuto una forte nostalgia.

Non potendo però fare questo, quello e quest'altro, ho deciso che da qui vi rilancerò le notizie più importanti  dei blog sui due quotidiani e del portale. Notizie tutte interessantissime. Vedrete di volta in volta.




Che ne dite?

Intanto ecco l'ultimo mio post del Fatto Quotidiano. Se avete un terrazzo da "riempire" di  verde, leggete qui....
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/04/sgravi-fiscali-i-grigi-terrazzi-diventano-verdi/1049928/



 Credits
riqualificazione urbana
ideagiardini

 
Ciao a presto
Mariassunta


lunedì 18 novembre 2013

Orto d'artista: i pomodori di Cesare Fullone ( parte seconda)

I giorni sono ancora caldi. E pensare alla coltura dei pomodori non è anacronistico...anche perchè in molti orti si raccolgono ancora. Devo dire la verità...io ortista appassionata non ho mai visto tutte queste varietà. L'artista milanese Cesare Fullone che ha un orto nelle colline piacentine riesce a stupire sempre. Per la bellezza e la varietà di coltura.
Come fare a meno di spiare il suo orto giardino e  godere di tutte queste qualità che lui stesso ci spiega?

Immagine
Ed ecco la Poppa di Venere.

Immagine
Campanella rubino. Classico pomodorino a grappolo. Gustosissimo.

Immagine
Costoluto fiorentino: "Quest'anno mi sembra venuto poco costoluto" dice l'artista- ortolano.

Immagine
Ed ecco la chicca....Tartufo nero. Una varietà molto produttiva.

Immagine
Tartufo nero. "Dei pomodori neri mi sembra complessivamente uno dei migliori.
Pezzatura non eccessiva, gusto gradevolissimo, polpa liquescente."

Immagine
E infine ...il Bulgarian. Ottimo sotto tutti gli aspetti.
Per chi è appassionato l'anno prossimo non ha che da scegliere tra tutte queste varietà.

Ciao Mariassunta

martedì 29 ottobre 2013

Orto d'artista: i pomodori di Cesare Fullone ( parte prima)

Ci siamo già stati nell'orto del famoso scultore milanese Cesare Fullone. Ma ogni tanto merita tornarci...perchè la sua passione non può rimanere nascosta. Ha coltivato quest'anno dei pomodori per nulla consueti. Particolari e ottimi. Ve li mostro con accanto le sue considerazioni e i suoi giudizi su sapore e consistenza....
"Cominciamo con qualcuno di quelli un pò più strani.

Immagine
Purple Calabash

Immagine
Purple Calabash, bellissimo questo nero-viola.
Sapore ottimo, però buccia un pò persistente.

Immagine
Zapotec Pink Ribbed. Questo lo mangiavano gli Aztechi.
Complessivamente buono.

Immagine
Il Reise, secondo anno, come si fa a non coltivare un pomodoro così!
Dal primo piano si capisce perchè è chiamato anche Pomodoro del pellegrino.
Evitando di mangiarlo tutto, se ne può staccare una parte senza danneggiare la parte restante.
Ottimo per i parsimoniosi in viaggio.

Immagine
Pomodoro big arcobaleno. I miei non sono venuti tanto big.

Immagine
Corrogo. Simpaticissimi, a grappoli come ciliegini ma più grossi e di sapore migliore".

  Ma questo è solo un anticipo. Ce ne sono altri...ma preferisco, per non sminuire tutta questa bontà, bellezza e passione, fare un secondo post. Così da poter anche noi goderne appieno.

A presto
Mariassunta